Lockdown, guerriglia a Napoli: indagate 9 persone

Lockdown, guerriglia a Napoli: indagate 9 persone

La polizia giudiziaria ha acquisito, cellulari indumenti e supporti per la memorizzazione dei dati


NAPOLI – Sono 9, al momento, le persone indagate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, per gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine avvenuti lo scorso 23 ottobre, a Napoli, davanti alla sede della Regione Campania, in coincidenza con l’entrata in vigore del “coprifuoco” disposto dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per contrastare la pandemia. La Polizia di Stato, con l’ausilio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e i Carabinieri del Ros, ha eseguito un decreto di perquisizione emesso dallo speciale pool appositamente costituito dal procuratore di Napoli Giovanni Melillo, composto da sostituti procuratori Caleste Carrano, Luciano D’Angelo, Danilo De Simone e Antonello Ardituro.

La polizia giudiziaria ha acquisito, tra l’altro, cellulari indumenti e supporti per la memorizzazione dei dati. I reati contestati devastazione e saccheggio, aggravati dalla matrice cammorristica e dalla finalità terroristica eversiva.