Maradona, Ferlaino replica a Cabrini: “Pessotto al Napoli non avrebbe tentato il suicidio”

Maradona, Ferlaino replica a Cabrini: “Pessotto al Napoli non avrebbe tentato il suicidio”

Parole inappropriate quelle affermate dall’ex presidente del Napoli, dopo la dichiarazione fatta da Cabrini in seguito alla morte di Maradona


NAPOLI – Dichiarazioni destinate a far discutere quelle affermate da Corrado Ferlaino: l’ex presidente del Napoli, come riportato da Gazzetta.it, ha voluto rispondere ad Antonio Cabrini che pochi giorni fa ha la morte di Diego Armando Maradona sostenendo che “se fosse venuto alla Juventus ora non sarebbe morto”. Le parole dell’ex massimo dirigente partenopeo sono risultate altrettanto inappropriate, con un riferimento all’ex terzino della Juventus e attuale dirigente bianconero Pessotto.

“A Cabrini rispondo: e quel giocatore della Juve che ha tentato di suicidarsi? Al Napoli non sarebbe mai successo”. Parole molto pesanti e infelici, una risposta inappropriata, un modo per aggravare ulteriormente una polemica già inutile e fuori luogo. Il riferimento è al famoso episodio del tentato suicidio dell’ex terzino bianconero Gianluca Pessotto. Quest’ultimo nell’estate 2006, tentò di togliersi la vita, buttandosi giù da un abbaino della sede sociale della Vecchia Signora. Nonostante le ferite e le fratture riportate, fortunatamente Pessotto riuscì a cavarsela, e il 17 giugno fu dichiarato fuori pericolo di vita. Attualmente è un dirigente della Juventus.

Ferlaino è dunque riuscito quasi a fare peggio di Antonio Cabrini, che poco dopo aver saputo della morte di Maradona, aveva dichiarato che se avesse giocato in una squadra come quella della Juve, si sarebbe salvato non tanto per la società ma per l’ambiente.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK