Maradona, indagato per omicidio colposo il medico personale

Maradona, indagato per omicidio colposo il medico personale

Secondo l’accusa, Luque avrebbe addirittura provato a colpire Maradona con un pugno


BUENOS AIRES – È indagato per omicidio colposo il medico personale di Diego Armando Maradona. Il giudice di San Isidro ha ordinato di perquisire la casa di Leopoldo Luque, il medico personale del Diez, che ha operato di persona Maradona per un ematoma subdurale il 3 novembre scorso e che ora risulta indagato per omicidio colposo. La notizia, arrivata dall’Argentina, ha del clamoroso soprattutto se si pensa che l’autopsia ha confermato la morte dell’ex numero 10 del Napoli per cause naturali.

Nelle ultime settimane Luque si trovava nella casa di Tigre dove Maradona stava svolgendo la convalescenza. A puntare il dito contro il medico è stata una parte della famiglia del Pibe de Oro, che incolpa Luque della sua morte. E’ emerso inoltre che il dottore e l’ex campione del mondo avevano avuto una discussione nei giorni precedenti alla morte.

Secondo l’accusa, Luque avrebbe addirittura provato a colpire Maradona con un pugno. Pare che Luque, quando ha chiamato i soccorsi, non abbia specificato il nome del paziente in fin di vita. Dai pm che stanno lavorando sul caso non è ancora arrivata alcuna conferma ufficiale: ciò che è certo, però, è che si sta tentando di ricostruire il comportamento delle persone intorno al campione argentino nelle ore precedenti alla sua morte.