Napoli, braccati 4 cacciatori armati di fucili nel parco urbano

Napoli, braccati 4 cacciatori armati di fucili nel parco urbano

L’intervento dei Carabinieri Forestali della Stazione di Napoli e dalle Guardie della Lipu


NAPOLIIn città, il Parco Urbano dei Camaldoni, uno dei rari scrigni della natura che a fatica si tenta di mantenere indenne dall’aggressività urbana, era stato trasformato in riserva di caccia da quattro bracconieri. I quattro balordi, armati di fucili e richiami elettroacistici, sono stati individuati dai Carabinieri Forestali della Stazione di Napoli e dalle Guardie della Lipu, coordinate dal Cav. Giuseppe Salzano.

I quattro uomini sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Napoli, le loro armi, munizioni e richiami caduti sotto sequestro. “Se da un lato assistiamo al dilagare del fenomeno del bracconaggio nel nostro territorio e finanche nei Parchi naturali – afferma Fabio Procaccini, Delegato Provinciale della LIPU – dall’altro dobbiamo apprezzare ed encomiare lo sforzo e l’impegno dei Carabinieri Forestali per il grande lavoro di contrasto che stanno conducendo anche in cooperazione con le nostre Guardie”.