Napoli, calca e ressa davanti all’ufficio immigrazione: “Istituzioni intervengano”

Napoli, calca e ressa davanti all’ufficio immigrazione: “Istituzioni intervengano”

“A rimetterci, come sempre, sono le forze dell’ordine ed i poliziotti sempre in trincea”


NAPOLI – “Sono mesi che oramai denunciamo i continui assembramenti che si verificano all’esterno dell’ufficio immigrazione della Questura di Napoli di via Galileo Ferraris. La situazione, di fatto, non è più sostenibile”. È quanto denuncia il segretario generale del sindacato di Polizia Usip – Uil di Napoli, Roberto Massimo.

“La calca e la ressa che si creano sin dalle prime ore del mattino mal conciliano con le tante raccomandazioni e con i decreti e regolamenti in vigore da mesi, atti a frenare la pandemia da Covid-19. A rimetterci, come sempre, sono le forze dell’ordine ed i poliziotti sempre in trincea. Ne va della loro salute e di quella dei cittadini tutti. Le Istituzioni intervengano per regolamentare quello spazio ed impedire che si creino file e situazioni fuori controllo. Nell’eventualità non ci fosse possibilità di organizzazione in questo periodo di pandemia mondiale, si dovrebbe provvedere ad una chiusura parziale o totale dell’ufficio immigrazione”, conclude il segretario della Usip – Uil.