Ristori ter, misure per 1,4 miliardi: stasera riunione decisiva del governo

Ristori ter, misure per 1,4 miliardi: stasera riunione decisiva del governo

Il governo starebbe valutando la sospensione delle scadenze fiscali di fine novembre e dicembre


ITALIA – Slitta a stasera, alle 19, il consiglio dei ministri sul decreto Ristori Ter. Sul tavolo misure fino a 1,4 miliardi di euro.

Le nuove risorse per ristori delle attività chiuse nelle zone rosse e arancioni, derivano da fondi stanziati e non spesi durante l’anno. Il nuovo scostamento di bilancio che il Cdm proporrà al Parlamento andrà invece a finanziare un decreto Ristori quater, che dovrebbe essere varato tra fine novembre e inizio dicembre. Al vaglio del governo anche il rinvio delle scadenze fiscali, slitta la decisione sullo scostamento di bilancio. Il governo starebbe valutando la sospensione delle scadenze fiscali di fine novembre e dicembre: si aggiorneranno nelle prossime ore i conti delle coperture necessarie e si valuterà di conseguenza l’ammontare del nuovo scostamento di bilancio. Per questo il Cdm previsto inizialmente alle 10:30 è stato posticipato alle 19. Sullo scostamento di bilancio per finanziare in deficit altre misure anti-Covid nel 2020, la decisione dovrebbe arrivare a ridosso del Cdm.

La forchetta dello scostamento, secondo quanto riferiscono fonti dell’esecutivo a margine del vertice a Palazzo Chigi, potrebbe oscillare tra i 7 e i 10 miliardi. Lo schema confermato sarebbe quello di due richieste: una per il 2020 e una a inizio gennaio per il 2021. L’ipotesi in partenza era fare nuovo deficit per 7 miliardi ma il Mef farà ulteriori approfondimenti: la cifra potrebbe salire a 10 miliardi.