Tifoso investito e ucciso fuori allo stadio: ultrà napoletano condannato a 4 anni

Tifoso investito e ucciso fuori allo stadio: ultrà napoletano condannato a 4 anni

L’uomo dovrà scontare la pena per omicidio stradale


MILANO – Tifoso investito e ucciso fuori allo stadio: ultrà napoletano condannato a 4 anni.

Il Gup di Milano ha deciso di condannare a 4 anni di carcere, con rito abbreviato, Fabio Manduca, l’ultras napoletano imputato per aver ucciso il tifoso del Varese, Daniele Belardinelli.

Gli scontri avvennero il 26 dicembre del 2018, poco lontano dallo Stadio San Siro, poche ore prima della partita tra Napoli e l’Inter. Monduca, proprio durante le aggressioni aveva investito con il proprio Suv Belardinelli, uccidendolo sul colpo. Per tale motivo, il pm di Milano aveva chiesto per ultras napoletano 16 anni di reclusione per omicidio volontario con “dolo eventuale”.

Il gup di Milano, però, ha deciso di riqualificare l’imputazione per il 40enne che non è più accusato di omicidio volontario ma di omicidio stradale. Tra 15 giorni, come riportato da Tgcom24, dovrebbero arrivare le motivazioni della sentenza. Si attendono eventuali aggiornamenti.