Tragedia familiare, uccide la moglie e suo figlio, un’altra è gravissima

Tragedia familiare, uccide la moglie e suo figlio, un’altra è gravissima

L’uomo ha ammazzato i suoi familiari a colpi di pistola


TORINO – Strage familiare all’alba nel Torinese. Alle 5.30 in una villetta nella campagna di Carignano un uomo di 40 anni – Alberto Accastello – ha sparato a moglie, figli e cane, uccidendosi poi con un colpo alla testa. La moglie è morta, i due gemellini, nati nel 2018, sono stati trasportati in gravissime condizioni al Regina Margherita di Torino. Uno dei due purtroppo è morto poco fa. La sorellina resta gravissima.

A dare l’allarme ai carabinieri sono stati i vicini. Quando gli uomini dell’Arma sono arrivati, hanno sfondato la porta per entrare:  la donna – Barbara Gargano, 38 anni – era già morta, mentre l’uomo è deceduto poco dopo. nonostante l’arrivo dei soccorritori. I carabinieri della squadra scientifica hanno compiuto i rilievi nella villetta. L’arma era legalmente detenuta dall’uomo che lavorava alla “CerealCeretto” sementi e mangimi, un’azienda di Carignano. Lei era occupata in un supermercato a Moncalieri.
“Avevamo visto Barbara ieri sera, era tranquilla, quasi gioiosa”, raccontano i vicini di casa dopo  la tragedia. “Noi non abbiamo sentito nulla, ma è stato nostro figlio a svegliarci verso le cinque battendo sulle imposte, per raccontarci quello che era successo”. L’omicida ha chiamato il fratello subito prima della strage.” Tra poco non ci sarò più”, gli ha detto. È stato lui a dare l’allarme.

Da tempo la coppia era in crisi. Barbara aveva parlato di separazione, voleva lasciare la villetta di Frazione Ceretto 76E che avevano appena finito di costruire.