Tragico incidente con il parapendio: Andrea muore a soli 25 anni

Tragico incidente con il parapendio: Andrea muore a soli 25 anni

A dare l’allarme i suoi colleghi di lavoro, che non l’hanno visto arrivare


BRESCIA/VALLE D’AOSTA – Il corpo senza vita del povero Andrea Facchetti, 25 anni, è stato ritrovato dagli uomini del Soccorso Alpino e della Guardia di Finanza a oltre 2.500 metri d’altitudine, sul monte di Estoul, in Val d’Ayas (Valle d’Aosta): è qui che si era trasferito da tempo, anche se il cuore (e la residenza) erano rimasti a Urago d’Oglio, suo paese d’origine. Andrea Facchetti aveva solo 25 anni: è morto tra sabato e domenica per un incidente con il parapendio.

A dare l’allarme i suoi colleghi di lavoro, che lunedì mattina non l’hanno visto arrivare. Le ricerche si sono allora concentrate nel luogo dell’ultimo avvistamento: era stato visto sabato mattina che da Brusso, il paese valdostano dove oggi abitava, si stava dirigendo sui monti della Val d’Ayas. I tecnici di Soccorso Alpino e Guardia di Finanza, hanno individuato sia il corpo che – poco lontano- anche i resti del parapendio.

Non vi sono dubbi che si sia trattato di un incidente, ma al momento non si può escludere nulla: un malfunzionamento della vela, un’improvvisa distrazione, un malore. Per questo sia la salma che l’attrezzatura sono a disposizione dell’autorità giudiziario. Nell’attesa resta il grande dolore per la scomparsa di Andrea.

 

Grande appassionato di montagna, anche per questo si era trasferito in Valle d’Aosta: amava le escursioni, le arrampicate, il parapendio. Lavorava nel celebre caseificio La Fromagerie Haut Val d’Ayas. A casa lo piangono i genitori Margherita e Alberto, le sorelle Elena, Silvia e Raffaella. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore alla famiglia, anche da parte dell’amministrazione comunale.

FONTE: BRESCIATODAY.IT