Bimba con sindrome di Down legata al letto al Cardarelli: arriva la smentita dell’ospedale

Bimba con sindrome di Down legata al letto al Cardarelli: arriva la smentita dell’ospedale

L’azienda precisa di avere nell’immediatezza avviato indagine interna i cui esiti hanno, allo stato, escluso la circostanza


NAPOLI – Sulla questione della bimba con sindrome di Down legata ad uno dei letti dell’ospedale Cardarelli di Napoli e sulla quale è esploso un vero e proprio polverone, l’aziende tiene a specificare quanto segue:
Con riferimento agli articoli apparsi su alcune testate giornalistiche in merito alle dichiarazioni di familiari di una paziente, affetta da sindrome di down e positiva al virus Sars Cov2, circa l’attuazione di misure di contenzione a carico della degente (si scrive “legata al letto”), l’AO Cardarelli precisa di avere nell’immediatezza avviato indagine interna i cui esiti hanno, allo stato, escluso la circostanza.
L’AO Cardarelli, ai fini del pieno accertamento dei fatti e a tutela del proprio buon nome e di tutti gli operatori che quotidianamente svolgono con abnegazione e sacrifici l’attività, ancor più nel presente contesto emergenziale, ha trasmesso la segnalazione ricevuta alla Commissione di Disciplina interna, onde verificare che tutti i percorsi di appropriatezza siano stati correttamente posti in essere, nonché alla competente Autorità Giudiziaria per l’accertamento dei fatti denunciati dai familiari della paziente.
L’AO Cardarelli nel confermare piena collaborazione alle Autorità preposte, auspica che si possa celermente addivenire all’accertamento della verità dei fatti.
COMUNICATO STAMPA