Casoria, bomba fuori la Galleria Marconi. Le parole del sindaco: “Siete dei vigliacchi”

Casoria, bomba fuori la Galleria Marconi. Le parole del sindaco: “Siete dei vigliacchi”

“Siamo tutti stanchi ed indignati per come la criminalità offende e mortifica il nostro territorio”, ha dichiarato il primo cittadino


CASORIA – ” L’esplosione che stanotte ha devastato la Galleria Marconi, nel pieno centro di Casoria, è la conferma della vigliaccheria della malavita che continua a vessare commercianti e tenta di impaurire i cittadini. Siamo tutti provati da questa pandemia, siamo tutti stanchi ed indignati per come la criminalità offende e mortifica il nostro territorio. Siamo ovviamente vicini ai commercianti (ai quali ho già espresso la mia solidarietà) e a tutti i cittadini colpiti e ci faremo interpreti, anche presso il Prefetto di Napoli del crescente senso di insicurezza generato da questi episodi nonché della necessità sempre più urgente di intensificare il controllo e la presenza delle Forze dell’Ordine”, queste le parole del sindaco di Casoria Raffaele Bene  aseguito dell’esplosione di questa notte.

L’ESPLOSIONE

Nel cuore della notte è stata posta una bomba fuori dal centro commerciale Galleria Marconi, sito in via Marconi 12, che ha distrutto diverse attività commerciali del posto. Repentino l’intervento dei vigili del fuoco; sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Casoria, soprattutto sull’eventuale coinvolgimento di organizzazioni malavitose.

L’esplosione in particolare ha causato il danneggiamento del muro esterno, della saracinesca e di alcune automobili parcheggiate nelle vicinanze; nessuna persona e’ rimasta ferita. Dopo sopralluoghi effettuati dal personale tecnico del Comune e dai vigili, non e’ stato reso necessario procedere all’evacuazione dello stabile. Le indagini sono condotte dai militari del nucleo investigativo di Castello di Cisterna che hanno anche acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza.

“Assurdo, si sentivano le urla di disperazione da parte dei negozianti sulle macerie dei loro locali”, o ancora “Stavamo dormendo e siamo saltati dal sonno, è stato spaventoso”; sono stati questi alcuni dei commenti dei vari testimoni che dalle loro abitazioni hanno sentito l’enorme boato.

LEGGI ANCHE

 

 

Casoria, urla e disperazione dopo la bomba in Galleria: “Come faccio adesso?!”