Coronavirus, ancora una giovane vittima in Campania: Giuseppe muore a 41 anni

Coronavirus, ancora una giovane vittima in Campania: Giuseppe muore a 41 anni

Era in forza alla Polizia Stradale ed era ricoverato in ospedale dallo scorso 28 ottobre


AVELLINO – Il Coronavirus continua a mietere giovani vittime in Campania. Ieri pomeriggio, nell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, è deceduto Giuseppe Manfra 41enne di Candida (Av). L’uomo, agente della Polstrada di Avellino, era arrivato al Pronto soccorso della Città ospedaliera il 28 ottobre scorso. Dopo 44 giorni di ricovero il 41enne non ce l’ha fatta. Oggi il tragico epilogo nell’ospedale di Avellino. Il cuore di Giuseppe ha smesso di battere nel presidio sanitario di contrada Amoretta. Risultato positivo al nuovo Coronavirus, il 41enne era stato ricoverato in terapia subintensiva nell’Unità operativa di Medicina d’Urgenza. Il 14 novembre, di fronte a un preoccupante quadro clinico con una compromissione polmonare dell’88%, era stato trasferito nella terapia intensiva della Città ospedaliera, per essere trattato con con Ecmo (ExtraCorporeal Membrane Oxygenation – ossigenazione extracorporea a membrana). Sui social scorrono foto e ricordi dell’agente Manfra.

“Maledetto virus. Riposa in pace Giuseppe”, commenta addolorato il collega Enzo Treviglio, che ha postato una foto scattata in uniforme con l’agente Manfra. Amatissimo nella sua Candida, Giuseppe lascia la sua famiglia intorno a cui si stringe l’intera comunità. Dolore e sconcerto nel capoluogo dove Giuseppe aveva tantissimi amici. Lutto tra gli agenti della questura avellinese per il tragico decesso.

FONTE: OTTOPAGINE.IT