Covid in Campania, neomamme potranno allattare e avere accompagnatore anche se positive

Covid in Campania, neomamme potranno allattare e avere accompagnatore anche se positive

Ciarambino: “Grande vittoria, serve umanità più che civiltà”


CAMPANIA – A dirlo è stata la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania Ciarambino: “Accolta dalla Regione la mia richiesta di adeguarsi ai protocolli a tutela di partorienti e neonati. Alcuni giorni fa avevo promosso una battaglia di umanità, più ancora che di civiltà. Purtroppo durante questa pandemia le neo mamme sono state lasciate sole durante le fasi del parto, senza poter avere accanto nessuno, e sono state separate dai loro piccoli appena nati, senza neppure poterli allattare”, ha esordito.

“Procedure che rendono la nascita non umana e che possono arrecare danno anche ai neonati, che hanno assoluto bisogno del contatto materno. Per questa ragione avevo inviato una richiesta alla Regione e a tutti i direttori di Asl e ospedali affinché venissero adottati protocolli specifici a tutela dei diritti delle madri e dei nascituri. Oggi, con grande gioia, la Regione Campania ha accolto la nostra richiesta invitando le aziende ospedaliere ad adeguarsi”, ha proseguito la vicepresidente.

“Sto ricevendo riscontri da tantissimi medici e primari di ostetricia e ginecologia e dalla stessa Associazione italiana ostetrici e ginecologi ospedalieri a testimonianza che questa era la strada giusta da percorrere”