Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio: identificate le vittime

Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio: identificate le vittime

L’incidente sarebbe avvenuto all’altoforno: erano in corso operazioni ordinarie, si apprende, quando è accaduto qualcosa che ha provocato l’esplosione


CHIETI – Sono Carlo Spinelli, 54 anni, di Casalbordino, Paolo Pepe, 46, di Pollutri, e Nicola Colameo, 45, di Guilmi, i tre lavoratori rimasti uccisi nell’esplosione avvenuta questo pomeriggio nella fabbrica di fuochi pirotecnici a Casalbordino

Nell’esplosione che si è verificata alla Esplodenti Sabino di Contrada Termini, fabbrica che smaltisce e recupera polvere da sparo da bonifiche a Casalbordino, in provincia di Chieti, secondo le prime informazioni ci sono tre vittime. La notizia è stata confermata anche da sindaco Filippo Marinucci che è sul posto. La ferrovia adriatica e la Statale16 sono bloccate tra Fossacesia il porto di Vasto.

L’incidente sarebbe avvenuto all’altoforno: erano in corso operazioni ordinarie, si apprende, quando è accaduto qualcosa che ha provocato l’esplosione. Lanciato l’allarme, sono subito intervenuti i soccorritori e il 118 con l’elicottero partito da Pescara. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area e solo successivamente il personale dell’emergenza sanitaria è potuto intervenire. Per accertare che non vi fossero dispersi, i dipendenti in servizio sono stati radunati e contati. Per i tre lavoratori non c’è stato nulla da fare: è stato solo possibile constare il decesso.

Paolo abitava nel centro storico di Pollutri con la compagna Anna e il figlioletto Nicholas che compirà 3 anni tra pochi giorni. Molto conosciuto in paese, da qualche anno attivo con l’Avis Pollutri dove ricopriva la carica di vicepresidente. Nicola lascia la moglie e due ragazzi di 14 e 16 anni, Carlo Spinelli una compagna e tre figli. Il Sindaco di Casalbordino, Filippo Marinucci ha affermato: “A Dio, Carlo. A Dio, Paolo. A Dio, Nicola. A nome di tutta la comunità esprimo i miei più sinceri sentimenti di cordoglio a coloro che sono stati colpiti da questa immane tragedia. Gli incidenti sul lavoro che spezzano le vite umane sono avvenimenti difficili da comprendere. Esprimo tutta la mia vicinanza, in questo momento di dolore, ai familiari per aver perso il proprio caro in maniera così violenta. La nostra vicinanza va’ anche alle comunità di Pollutri e di Guilmi che insieme a noi piangono le vittime di questa tragedia. Il giorno del funerale del concittadino Carlo Spinelli sarà decretato il lutto cittadino.”