Finti tecnici Lottomatica truffano tabaccaia: nei guai 5 persone

Finti tecnici Lottomatica truffano tabaccaia: nei guai 5 persone

Sono tutti residenti in Campania


NOVARA – Spacciandosi per tecnici incaricati dalla Lottomatica, hanno indotto una tabaccaia di Novara a un aggiornamento del software, poi risultato falso, che le è costato 15mila euro. Le operazioni di ‘verifica macchina’ erano in realtà un inganno informatico per ricercare la tessera postepay dei malviventi.

Le indagini della Questura di Novara e del Centro antiriciclaggio delle Poste Italiane, partite a seguito della denuncia della tabaccaia, hanno portato all’identificazione e alla denuncia per truffa di 5 persone, tutte residenti in Campania  e con precedenti specifici. Per timore di ritrovarsi con il terminale bloccato, la tabaccaia ha eseguito alla lettera tutte le indicazioni contenute nei messaggi ricevuti su WhatsApp e nella più totale ingenuità avrebbe così effettuato 16 operazioni di ‘verifica macchina’ – così chiamate dalla sedicente dipendente – per un importo di 995.55 euro ciascuna con causale ‘Acquisto Btc’, per un totale di 15.884 euro, ricaricando sei tessere Postepay fornite dal falso tecnico. Chiusa la chiamata e contattato il numero verde della Lottomatica, la titolare della tabaccheria si è resa conto di essere stata truffata e che i ticket emessi altro non erano che delle vere e proprie ricevute di transazioni.