Giugliano, il comune recede il contratto con la PiParking. Salta la sosta a pagamento

Giugliano, il comune recede il contratto con la PiParking. Salta la sosta a pagamento

La motivazione fornita dall’Ente è da ricercare nell’antieconomicità dell’appalto. Ovvero, il servizio di sosta a pagamento rendeva molto alla PiParking e poco al comune di Giugliano


GIUGLIANO – Il comune di Giugliano recede il contratto con la società assegnataria del servizio di sosta a pagamento, ovvero la PiParking, avvalendosi della facoltà prevista dall’art. 109 D.Lgs. 50/2016 e richiamata nell’art. 26 del Capitolato speciale d’appalto sottoscritto per accettazione dalla ditta.

La motivazione fornita dall’Ente comunale è da ricercare nell’antieconomicità dell’appalto. Ovvero, il servizio di sosta a pagamento rendeva molto alla PiParking e poco al comune di Giugliano.

Nella determina dirigenziale si legge: “A fronte delle criticità emerse in seguito all’approvazione del rendiconto di bilancio, che ha attestato una rilevante esposizione debitoria dell’Ente, il Commissario Straordinario dava indirizzo a tutti i Dirigenti/responsabili di adottare le necessarie misure correttive e tutti gli atti e provvedimenti idonei a superare definitivamente le criticità emerse a garanzia degli equilibri economici– finanziari dell’Ente, prevedendo, altresì, di “ verificare l’economicità degli appalti e delle concessioni in essere al fine di valutare l’opportunità di adottare eventuali correttivi nell’interesse dell’Ente, anche con il supporto di un legale incaricato dal servizio avvocatura per la gestione del precontenzioso, garantendo in ogni caso servizi efficienti per la cittadinanza”;

– con nota prot. n. 69815/2020, il Dott. Salvatore Petirro, Dirigente “ad interim” del Settore Servizi Finanziari, comunicava che “da una più attenta analisi economico finanziaria l’attuale gestione delle aree di sosta a pagamento risulta “antieconomica” per l’Ente seppur derivante da un consolidato trend storico relativamente al numero di stalli e del conseguente canone di concessione mensile” precisando, altresì, che “sarebbe utile per l’Amministrazione conferire un incarico ad un legale per il supporto all’Ente per le opportune azioni da intraprendere nei confronti dell’attuale concessionario”.

Ora, probabilmente si procederà ad una nuova gara di appalto per riassegnare il servizio di sosta a pagamento. Proprio ieri un’ordinanza del sindaco aveva di nuovo sospeso il pagamento della sosta nelle strisce blu fino a che la Regione Campania sia relegata in “zona rossa”. Ora, con il recesso del contratto e la nuova gara da espletare, i tempi per il ritorno al pagamento della sosta si allungheranno ben oltre il previsto.

QUI LA DETERMINA DEL COMUNE