Giugliano, il miracolo di Mimmo: dimesso dopo essere stato intubato per Covid

Giugliano, il miracolo di Mimmo: dimesso dopo essere stato intubato per Covid

La storia dell’imprenditore giuglianese accompagnato in auto dal figlio fino all’ospedale di Mantova per essere curato col plasma


MANTOVA – E’ stato finalmente dimesso Mimmo Leoncino, il 59enne giuglianese, malato di Covid, che a metà novembre era stato accompagnato in auto dal figlio fino al Poma affinché il genitore venisse curato grazie alla terapia al plasma. Dopo alcuni giorni passati all’interno del nosocomio Mantovano, Mimmo riusì a respirare autonomamente quindi fu dimesso dal reparto di Rianimazione dell’ospedale di Mantova e trasferito in Utir, l’unità di terapia semintensiva respiratoria.

“Siamo ancora cauti e non ci sbilanciamo – spiegò il figlio Ruben alla Gazzetta di Mantova – però papà sta meglio, ringraziando Dio. Le cure praticate a Mantova sono certamente state utili, ma credo che per mio padre si possa parlare di quasi un miracolo”.

Dopo più di un mese, finalmente la bella notizia, Mimmo è guarito, è stato dimesso ed è ritornato a casa sua.