La truffa dello specchietto sull’asse mediano. Vittima una giuglianese: “Erano tre rom”

La truffa dello specchietto sull’asse mediano. Vittima una giuglianese: “Erano tre rom”

Nella Renault grigia dei delinquenti c’era anche un bambino


MUGNANO – In questo periodo si sta sempre più diffondendo la truffa dello specchietto. Uno dei tanti tentativi per estorcere denaro agli automobilisti che questa volta però è fallito. Vittima del raggiro una ragazza che informata della cosa non è riuscita a scappare ed avvisare i Carabinieiri

La ragazza, attraverso un post sui social, ha raccontato: “Sono stata anche io scelta come “vittima” della truffa dello specchietto. Non ci sono riusciti perché fortunatamente avevo letto post su questo gruppo pertanto hanno un’utilità.

Ero sull’asse mediano in direzione Mugnano, precisamente all’uscita di Scampia quando sento un rumore e mi ritrovo affiancata un’auto, una Renault grigia, il modello non so indicarlo ma era una berlina. Io insospettita inizio ad accelerare e loro mi seguono lampeggiandomi e dicendomi di fermarmi. Mi sono affiancata e gli ho detto che avrei chiamato i carabinieri e a quel punto loro hanno iniziato ad insultarmi in maniera molto molto volgare. A bordo dell’auto c’erano tre persone, un uomo una donna ed un bambino di origini straniere (erano zingari).
I carabinieri sono stati informati e sono risultati molto efficienti in quanto in seguito alla mia chiamata, sono stata contattata da una pattuglia che era sul posto e voleva avere maggiori dettagli. Ho scritto questo post, perché per me leggere le esperienze vecchie è stato di fondamentale importanza.”