Lutto al Pascale di Napoli, morto Mario Santangelo: medico chirurgo dell’ospedale

Lutto al Pascale di Napoli, morto Mario Santangelo: medico chirurgo dell’ospedale

Mario è stato un grande chirurgo, un uomo appassionato di politica, una bellissima e dolce persona. Lo piango come un fratello più grande: un bacio, e un abbraccio a tutti i familiari”, ha scritto Antonio Bassolino


NAPOLI – Morto Mario Santangelo, medico e chirurgo dell’ospedale Pascale di Napoli ma anche per due volte assessore alla Sanità della Regione Campania durante l’era Bassolino. Ad annunciare la morte del noto medico è stato proprio il fratello Tino Santangelo, che era stato vicesindaco sempre di Antonio Bassolino a Palazzo San Giacomo e poi Presidente della Regione.

“La scomparsa di Mario Santangelo è per me un dolore enorme, una ferita terribile. Mario è stato un grande chirurgo, un uomo appassionato di politica, una bellissima e dolce persona. Lo piango come un fratello più grande: un bacio, e un abbraccio a tutti i familiari”, ha scritto Antonio Bassolino, che ha anche condiviso una foto che lo ritrae assieme a lui.

Mario Santangelo è stato anche l’ultimo assessore alla Sanità in Campania: i successivi presidenti regionali (Stefano Caldoro dal 2010 al 2015 e Vincenzo De Luca dal 2015 ad oggi) hanno infatti mantenuto per loro la delega alla gestione della Sanità regionale, di fatto commissariata da dieci anni. Mario Santangelo venne chiamato nel 2009 dall’allora presidente Antonio Bassolino, il cui secondo mandato sarebbe scaduto un anno dopo, per sostituire l’assessore uscente Angelo Montemarano, ma aveva già ricoperto la stessa carica ben 14 anni prima, a cavallo tra gli anni Novanta ed il nuovo Millennio. Stimato medico e chirurgo in forza all’ospedale Pascale di Napoli, la sua scomparsa è stata ricordata con affetto anche da molti suoi ex pazienti ed allievi, che ne ricordano le doti umane e morali.

Anche Vincenzo De Luca lo  lo ha ricordato attraverso i canali social: “Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa di una delle figure eminenti del mondo professionale e del mondo medico. Non si può non ricordare l’impegno civile di Mario Santangelo, la sua presenza nelle istituzioni anche regionali, il suo grande contributo nel legare la competenza al lavoro istituzionale. Non si può non ricordarne anche il tratto umano di grande generosità e disponibilità. Cordoglio e vicinanza alla famiglia Santangelo.”