Napoli, nuova ordinanza di De Magistris: piazze chiusure il 24 e il 31 in caso di assembramento

Napoli, nuova ordinanza di De Magistris: piazze chiusure il 24 e il 31 in caso di assembramento

Il Prefetto di Napoli, con una nota, ha rappresentato al Sindaco il forte pericolo di assembramenti di persone presso bar e analoghe attività commerciali in quelle date


NAPOLI – Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha firmato un’ordinanza recante “misure urgenti per fronteggiare fenomeni di assembramento su alcune strade cittadine nelle giornate del 24 e 31 dicembre 2020”. Si tratta di un provvedimento che non dispone alcuna chiusura preventiva di strade o piazze ma che individua, come si legge nell’ordinanza, “aree cittadine in cui, per comportamenti consuetudinari, si ritiene più elevato il rischio di affollamenti “. Nell’ordinanza, in premessa, si sottolinea che “nei giorni 24 e 31 dicembre 2020 si applicano le misure della cd zona rossa, per le quali, tra l’altro, pur essendo sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), resta comunque consentito l’asporto fino alle ore 22”.

Come si legge nell’atto del primo cittadino, il Prefetto di Napoli con nota, ha rappresentato al Sindaco il forte pericolo di assembramenti di persone presso bar e analoghe attività commerciali in detti giorni, a causa del forte radicamento tra gli abitanti della città della consuetudine degli aperitivi nelle giornate antecedenti il Natale e il Capodanno.