Napoli, protestano ancora i ristoratori: bloccati il lungomare e via Chiatamone

Napoli, protestano ancora i ristoratori: bloccati il lungomare e via Chiatamone

La manifestazione contro la decisione di De Luca di far restare la Campania in zona arancione e non in zona gialla. “La merce acquistata per questi giorni adesso che fine farà?”, si chiedono


NAPOLI – Protestano ancora con veemenza i ristoratori di Napoli contro la decisione di De Luca di far restare la Campania in zona arancione. Il governo aveva previsto che la Campania fosse in zona gialla in questi giorni. Il lungomare e via Chiatamone sono stati bloccati attraverso delle barriere di plastica da centinaia di ristoratori. Sono minuti concitati quelli che si stanno vivendo in tutta la zona con le forze dell’ordine che stanno intervenendo per bloccare i manifestanti.

“E’ una dittatura, quest’ordinanza dev’essere assolutamente revocata. E’ inammissibile, noi vogliamo soltanto lavorare. E’ stata chiesta udienza al governatore diverse volte. Il vicario del Prefetto  ha ascoltato le nostre rimostranze, gli avevamo chiesto di farci lavorare almeno fino al 23. La merce acquistata per questi giorni adesso che fine farà?”.

La protesta, più concitata della precedente ma, al momento, pacifica, segue quella del pomeriggio di ieri.

LEGGI ANCHE:

Napoli, Campania resta in zona arancione: la protesta dei ristoratori contro De Luca