Napoli, sentono urlare e chiamano i carabinieri: arrestato per aver aggredito la compagna

Napoli, sentono urlare e chiamano i carabinieri: arrestato per aver aggredito la compagna

I poliziotti hanno immediatamente richiesto l’intervento del 118 per soccorrere la donna


NAPOLI – Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso una struttura alberghiera di via Nicola Mignogna per la segnalazione di una lite. I poliziotti, una volta sul posto, hanno notato un uomo con alcune macchie ematiche sui pantaloni che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi ma è stato bloccato; l’addetto alla reception ha riferito che, poco prima, aveva udito forti rumori provenienti da una camera.

Gli agenti, entrati nella stanza, hanno trovato una donna con una ferita alla testa che ha raccontato di essere vittima di comportamenti violenti del compagno che, già in altre occasioni, l’aveva aggredita con calci e pugni per futili motivi. I poliziotti, dopo aver richiesto l’intervento del 118 per soccorrere la donna, hanno arrestato R.C., 35enne acerrano, per lesioni personali aggravate.