Natale blindato a Napoli, niente brindisi della vigilia e 1300 militari in città

Natale blindato a Napoli, niente brindisi della vigilia e 1300 militari in città

I rinforzi verranno utilizzati per l’intero periodo delle festività natalizie


NAPOLI – L’incremento dei controlli per il rispetto cella normativa anti-Covid è stata decisa nel corso della riunione del Comitato l’Ordine e la Sicurezza pubblica svoltasi nel pomeriggio in Prefettura, a Napoli, sotto la presidenza del prefetto Marco Valentini.

La decisione rientra nella pianificazione approvata nella riunione del Comitato del 2 dicembre scorso su specifici e mirati controlli in porti, aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade, e su i mezzi di trasporto pubblico e privato.  Tra le decisioni adottate, c’è la sensibilizzazione dei sindaci dell’ area metropolitana affinché valutino la disciplina del traffico pedonale nelle aree di maggiore affluenza, nonché assicurino adeguati controlli attraverso le polizie locali sul rispetto delle misure e dei distanziamenti previsti negli esercizi e nei centri commerciali..
Nel prossimo fine settimana, saranno impiegate complessivamente, a Napoli circa 1300 unità di personale con un incremento di circa 200 unità rispetto al contingente impiegato ordinariamente oltre, ai militari delle Forze Armate dell’operazione “Strade Sicure”. I rinforzi verranno utilizzati per l’intero periodo delle festività natalizie. Inoltre , si sta valutando, d’intesa con il Comune di Napoli, la possibilità di disporre, con modalità e tempistiche da definire, nella giornata del 24 dicembre la chiusura di esercizi commerciali quali bar e ristoranti, anche per quanto riguarda l’asporto di bevande e generi alimentari e il loro consumo all’aperto, in aree del capoluogo caratterizzate da una conformazione morfologica che rende particolarmente difficile il distanziamento interpersonale e il transito di mezzi di soccorso. Le decisioni al riguardo saranno rese note a breve.