Non arrivano i buoni spesa, scoppia la rivolta nel casertano: donne occupano il Comune

Non arrivano i buoni spesa, scoppia la rivolta nel casertano: donne occupano il Comune

Le parole dei manifestanti: “È urgente creare percorsi accelerati per le famiglie totalmente disagiate e senza alcuna forma di reddito”


MADDALONI – Non arrivano gli aiuti alimentari e le famiglie occupano il Comune in segno di protesta. I buoni spesa arriveranno con trasmissione via sms e controllo in remoto degli acquisiti, ma non accadrà subito e solo una piccola parte degli oltre 3500 richiedenti di voucher alimentari riceverà il sussidio in tempi utili per far fronte alle festività natalizie.

È questo il motivo che ha spinto la comunità di Maddaloni a protestare, per la seconda volta in tre giorni. Oltre 25 donne, la maggior parte appartenenti a nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza, hanno organizzato un sit-in presso gli uffici di via Mercorio a Maddaloni, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio. I protestanti hanno in seguito deciso di bloccare le attività degli uffici. “È dalla settimana scorsa –hanno comunicato anche alle forze dell’ordine- che aspettavamo risposte celeri. Ora, a sorpresa,  abbiamo appreso che gli aiuti non saranno distribuiti prima della prossima settimana. È urgente creare percorsi accelerati per le famiglie totalmente disagiate e senza alcuna forma di reddito”.

Dalla protesta si è poi passati all’occupazione, i manifestanti dichiarano che il presidio non si smobiliterà senza un incontro con il sindaco Andrea De Filippo, dal quale si aspettano risposte chiare e un aiuto concreto e veloce per i più disagiati.