Salerno, detenuto tenta di evadere dal carcere: fermato dagli agenti

Salerno, detenuto tenta di evadere dal carcere: fermato dagli agenti

Ha approfittato dell’ inevitabile via vai che si crea al momento dei colloqui ma il suo tentativo è stato prontamente sventato


SALERNO – Approfittando dell’ inevitabile via vai che si crea al momento dei colloqui, un detenuto di 30 anni ha provato a scappare dal carcere di Salerno. Come racconta Fanpage.it, il suo tentativo è stato sventato dall’ intervento di un agente della Polizia Penitenziaria in servizio all’accettazione, il quale è intervenuto prima che l’uomo riuscisse ad allontanarsi dalla struttura.

Il giovane, originario di Capaccio, in provincia di Salerno, è stato catturato dopo un breve inseguimento. A rendere noto l’episodio è stato Giuseppe Moretti presidente del sindacato Uspp (Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria) che dopo essersi complimentato per la prontezza del collega ritorna sulla questione mai risolta delle problematiche del carcere di Salerno.

“Troppe volte abbiamo denunciato le disfunzioni e le criticità di quella struttura – dice Moretti – tra queste, in primis, la cronica carenza di organico che limita fortemente il buon esito del servizio. Esprimiamo solidarietà al personale di Polizia Penitenziaria di Salerno che, nonostante le gravi difficoltà in cui opera, con spirito di sacrifico e senso di appartenenza continua ad assicurare il proprio dovere”

Ad ottobre, nello stesso carcere, si era rischiata la tragedia per un detenuto che aveva dato fuoco al materasso della sua cella in segno di protesta. L’uomo è stato ritrovato intossicato e quasi incosciente ma gli agenti, intervenuti prontamente con l’utilizzo delle maschere antigas perché l’intero reparto era ormai invaso di fumo, sono riusciti a salvargli la vita e a portarlo fuori dalla stanza per affidarlo ai sanitari, i quali hanno dichiarato che l’uomo si trovasse in buone condizioni.