Sottraggono bottino da 50mila euro al campo Rom fingendosi poliziotti: “Abbiamo un mandato”

Sottraggono bottino da 50mila euro al campo Rom fingendosi poliziotti: “Abbiamo un mandato”

I nomadi hanno così deciso di chiamare le vere forze dell’ordine per verificare la realtà dei fatti, per poi scoprire di essere stati truffati


ROMA – A Roma Est, fuori dal Grande Raccordo Anulare, nelle zone di Lunghezza un gruppo di rom è stato rapinato da quattro finti poliziotti. A riportare la notizia è stato Il Messaggero circa 10 ore fa. I malviventi, italiani in abiti civili, si sono presentati nel campo di baracche fingendo di essere agenti di polizia in servizio e affermando di dover perquisire tutto. Il risultato è stato anche meglio di quello sperato: oggetti d’oro dal valore di più di 50 mila euro.

I nomadi, dopo qualche protesta iniziale, non hanno opposto particolare resistenza. Hanno così deciso di chiamare le vere forze dell’ordine del vicino commissariato per verificare la realtà dei fatti, ma quello che hanno scoperto è di essere stati vittima di una truffa spietata. Nel frattempo si indaga anche su un altro presunto colpo portato a termine circa mezz’ora prima dagli stessi truffatori in via Tiberio Imperatore, all’Eur. Lì quattro persone armate hanno fermato un ragazzo che si trovava sul suo scooter e lo hanno rapinato.