Tumore alla schiena, nonna Teresa salvata al Cardarelli di Napoli

Tumore alla schiena, nonna Teresa salvata al Cardarelli di Napoli

La rimozione ha richiesto una operazione chiurgica plurispecialistica per la quale si è resa necessaria una lunga preparazione.


NAPOLI – Salvata da un tumore maligno che le aveva devastato la schiena, nonna Teresa, 84 anni, è la protagonista di un intervento che ha coinvolto tre equipe chirurgiche ed è durato più di sei ore. Ora è tornata a casa, accolta dal marito e dalle figlie. Una storia a lieto fine che arriva dal Cardarelli di Napoli. “Quando è arrivata da noi – spiega Gianluca Guggino, direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia toracica – la paziente era in condizioni molto gravi. Per i rischi legati al Covid, aveva deciso di rimandare il più possibile il ricovero, ma in pochi mesi il tumore era cresciuto al punto da fuoriuscire dalla schiena”.

La rimozione ha richiesto una operazione chiurgica plurispecialistica per la quale si è resa necessaria una lunga preparazione. Oltre al team di Guggino, sono intervenuti i chirurghi dell’Unita’ operativa complessa di Chirurgia plastica diretta da Roberto D’Alessio; terza equipe coinvolta, quella dell’Unita’ operativa complessa di Anestesiologia. L’anziana è stata due giorni nel reparto di Terapia intensiva ed e’ poi stata accudita dagli infermieri della Chirurgia toracica, che hanno gestito un decorso tutt’altro che facile. “Interventi simili – spiega il direttore generale, Giuseppe Longo – sono un po’ la punta di un’iceberg fatto di straordinaria assistenza, della quale si parla poco, ma che e’ all’ordine del giorno per tutto il nostro personale”.

REPUBBLICA