Vaccino Covid, in Italia il via da metà gennaio. Speranza: “Errore precipitare i tempi”

Vaccino Covid, in Italia il via da metà gennaio. Speranza: “Errore precipitare i tempi”

“Le dosi non arriveranno tutte insieme, saranno scaglionate. E’ la nostra opportunità di lasciarci tutto alle spalle”


ITALIA – Il 2021 “sarà speriamo l’anno giusto per mettersi finalmente alle spalle questi mesi così difficili. Sarà l’anno in cui avremo un vaccino sicuro ed efficace, cure sicure ed efficaci, e io penso che dagli anticorpi monoclonali possano arrivare le risposte che aspettiamo sul piano delle cure”. Così si è espresso il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervistato su SkyTg 24 a ‘Live In’.

“I vaccini sono in dirittura d’arrivo (in Italia la partenza è prevista per il 15 gennaio circa n.d.r.) – ha poi spiegato Speranza – aspettiamo che l’Agenzia europea ci dia un esito positivo nelle prossime settimane e quindi in 2021 sarà l’anno che ci consentirà di metterci alle spalle queste settimane difficili. Ma i vaccini non arriveranno tutti insieme, saranno scaglionati, ma possiamo dare un messaggio positivo”. Quanto alla sicurezza, “dobbiamo avere la certezza di un processo che si completa in tutte le sue fasi: quando l’Ema arriverà a dire che il vaccino è sicuro possiamo starne certi. Precipitare i tempi sarebbe stato un errore”.