Vaccino Pfizer: segnalata una grave reazione allergica, infermiera rischia la vita

Vaccino Pfizer: segnalata una grave reazione allergica, infermiera rischia la vita

La donna ha sviluppato una reazione allergica, nonostante non avesse alcun precedente


USA – Un’operatrice sanitaria statunitense a cui è stato somministrato il vaccino contro il coronavirus di Pfizer e Biontech ha sviluppato una grave reazione allergica: al momento le sue condizioni risultano stabili. La notizia è stata diffusa dal “New York Times”, che cita fonti sanitarie del Barlett Regional Hospital di Juneau, in Alaska, dove l’operatrice sanitaria lavora e ha ricevuto il vaccino.

Secondo quanto riporta il quotidiano, il soggetto non aveva alcun precedente di allergie, ma ha sviluppato comunque una reazione allergica grave 10 minuti dopo la somministrazione del farmaco; aveva ricevuto la prima dose del vaccino di Pfizer e Biontech di fronte alle telecamere lo scorso 11 dicembre, nell’ambito della campagna governativa tesa a promuovere la “fiducia nei vaccini” tra i cittadini statunitensi.

La donna ha sviluppato rush cutanei, tachicardia e una crisi respiratoria: è stato necessario somministrarle l’epinefrina per placare i sintomi, poi ripresentatisi. I medici curanti hanno dovuto a quel punto ricorrere agli steroidi. Un’ulteriore aggravamento ha costretto ad un ricovero in terapia intensiva.

Fonti mediche riferiscono che la donna “si sente bene e resta entusiasta del vaccino”. Il caso aumenta però la preoccupazione in merito all’intensità delle reazioni avverse al vaccino, dal momento che secondo gli esperti l’infermiera ha rischiato di perdere la vita.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK