“Vi siete rubati i soldi, vi ammazziamo”, 118 in fuga da parenti inferociti

“Vi siete rubati i soldi, vi ammazziamo”, 118 in fuga da parenti inferociti

Dalle accuse si è passato ad offese di ogni colore e misura fino ad arrivare a minacce di morte


NAPOLI – Sono stati costretti a scappare da quello che sembrava un banale intervento. L’equipaggio del 118, postazione San Paolo, aveva appena prelevato un paziente dal proprio domicilio sito in via Cattolica e lo avevano trasferito all’ospedale San Paolo a Fuorigrotta.
Improvvisamente, all’interno del nosocomio napoletano, sono giunti i parenti del paziente che accusavano l’equipaggio di aver rubato il denaro presente all’interno dell’abitazione. Dalle accuse si è passato ad offese di ogni colore e misura fino ad arrivare a minacce di morte. Per poco non si è arrivati alla vera e propria aggressione fisica, ma solo perché i sanitari si sono rifugiati all’interno dei locali dell’ospedale ed hanno allertato le forze dell’ordine.
L’equipaggio impaurito si è refertato al pronto soccorso per stress post-traumatico.