Allerta meteo in Campania, De Magistris chiude parchi e cimiteri

Allerta meteo in Campania, De Magistris chiude parchi e cimiteri

Previste possibili mareggiate lungo le coste esposte


NAPOLI – In seguito all’avviso di allerta meteo di colore giallo diramata dalla Protezione Civile della Regione Campania, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha disposto la chiusura di parchi e cimiteri cittadini per la giornata di domani.

La decisione è stata presa dall’Amministrazione comunale di Napoli con un’apposita ordinanza. Sono previste su Napoli precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale oltre a venti forti e mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Norme comportamentali in caso di avviso di allerta meteo per forti raffiche di vento

– Prestare attenzione in prossimità di alberi e strutture verticali per l’eventuale caduta di rami, alberi, pali, segnaletica o impalcature e, in ogni caso, segnalare l’eventuale stabilità precaria di tali elementi anche in situazioni ordinarie, dandone comunicazione ai numeri di emergenza 112, 113, 115;

– Assicurare stabilmente o rimuovere da finestre e balconi elementi mobili quali piante, coperture, strutture provvisorie o qualsiasi oggetto che possa essere trasportato via dal vento;

– Osservare particolare prudenza negli spostamenti limitandoli a quanto strettamente necessario.

Norme comportamentali in caso di avviso di allerta meteo per fenomeni idrogeologici rilevanti

– Evitare di frequentare locali interrati o posti a pian terreno,  principalmente se lungo assi stradali notoriamente interessati da  grossi deflussi idrici e comunque tenere costantemente monitorato il  livello delle acque di deflusso. In caso di allagamento staccare  subito l’energia elettrica;

– In caso di necessità di attraversare in auto un sottopasso stradale,  sito critico in occasione di allerta meteo, procedete con molta  cautela, verificandone la praticabilità e, in caso contrario, datene  immediata comunicazione ai numeri di emergenza 112, 113, 115.

– Si invita la cittadinanza a prestare la massima attenzione nei siti  già segnalati per il rischio idrogeologico (versanti e pendii per  possibili frane e smottamenti) e idraulico (sottopassi e aree di  collettori fognari per possibili allagamenti).