Caos trasporti a Napoli, l’annuncio dello speaker della metro: “Usate mezzi alternativi”

Caos trasporti a Napoli, l’annuncio dello speaker della metro: “Usate mezzi alternativi”

“Non ha senso mettere coprifuoco e restrizioni se ogni giorno si è costretti a viaggiare nei treni tutti ammassati. Chiediamo più corse e più controlli”, dice un cittadino


NAPOLI – Ancora disagi per gli utenti della Metropolitana di Napoli. Nella mattinata dell’11 gennaio, a causa di un guasto è stato sospeso il servizio di trasporto sull’intera tratta della linea 1 della metropolitana di Napoli. Diversi cittadini hanno segnalato il disagio al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Ormai i disservizi sono all’ordine del giorno. Alla fermata di Toledo hanno fatto scendere tutti per un guasto di 2 treni, per cui la corsa non è proseguita verso Piscinola.  Ho raggiunto il mio luogo di lavoro con il Taxi. Oltre al disservizio di stamattina, il problema è continuo. Non ha senso mettere coprifuoco e restrizioni se ogni giorno si è costretti a viaggiare nei treni tutti ammassati. Chiediamo più corse e più controlli la mattina, quando la gente si reca a lavoro, questa situazione non è più tollerabile.”. È la testimonianza di un cittadino rivoltosi al Consigliere Borrelli.

“I cittadini sono stanchi ed esasperati da questi continui disagi del trasporto pubblico. Tra ritardi, malfunzionamenti, sovraffollamenti, difficoltà nel reperire i titoli di viaggio, ogni giorno gli utenti sono costretti ad avventurarsi in una giungla per potersi recare a lavoro, e questo è davvero inconcepibile.

Una metropoli, degna di essere chiamata con questo nome, deve avere un servizio di trasporto pubblico impeccabile, qui siamo molto lontani da tale target e a pagarne le spese sono i cittadini. Quando, inoltre, potrà ripartire il turismo i visitatori non riceveranno un bel biglietto da visita della nostra città e non saranno messi a loro agio se si continuerà così.

Inoltre, permettere ogni giorno tali assembramenti sui mezzi di trasporto pubblico è un controsenso se ai cittadini viene richiesto di rispettare le regole e le norme anti-covid e si chiudono le attività commerciali.

Abbiamo inviato una nota ad Anm per chiedere spiegazioni su questi ennesimi guasti e per sollecitare un piano di interventi ordinari e straordinari adeguato e per sollecitare un rinfoltimento del numero delle corse. Questa situazione non è più tollerabile.”- le parole del Consigliere Borrelli.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO