Covid a Napoli, incubo focolaio al Cardarelli: sono 21 i sanitari positivi

Covid a Napoli, incubo focolaio al Cardarelli: sono 21 i sanitari positivi

Nelle ultime due settimane, si è registrata una crescita esponenziale del numero di addetti ai lavori affetti dal virus


NAPOLI – Nuovi casi Covid all’ospedale Cardarelli di Napoli dove sono in aumento i contagi tra il personale sanitario. Ad ammalarsi sono medici, infermieri e operatori socio sanitari in forza ai reparti del presidio che sta ritornando a numeri record anche per l’assistenza ai pazienti positivi.

Nelle ultime due settimane, si è registrata una crescita esponenziale del numero di addetti ai lavori affetti dal virus e se, per il momento, la maggior parte dei contagiati è ricorsa alle cure domiciliari, c’è stato anche chi ha avuto bisogno del ricovero ospedaliero. I dati ufficiali, come riportato da Il Mattino, riguardano 21 sanitari attualmente affetti dal Covid e si temono focolai epidemici anche se, Giuseppe Longo, direttore generale del Cardarelli invoca prudenza e circoscrive questi dati a possibili “cluster” che indicano correlazioni tra i contagi, ma di proporzioni minime rispetto a possibili focolai.

Altri 5 casi positivi si sono verificati nel reparto di Medicina d’Urgenza e, nello specifico, riguardano due camici bianchi, due infermieri e un operatore socio sanitario. Anche nel reparto di Neurologia sono stati contagiati due lavoratori, ovvero un operatore socio sanitario e un infermiere, quest’ultimo con una sintomatologia che ne ha reso necessario il ricovero al Cardarelli. Infine, nel reparto di Ortopedia, sono risultati positivi due infermieri e un medico ortopedico. Nel complesso, si tratta di 21 sanitari contagiati, tra loro 4 sono attualmente ricoverati nei reparti Covid del presidio collinare.