Crisi di governo, al via le consultazioni: percorso ad ostacoli per il Conte-ter

Crisi di governo, al via le consultazioni: percorso ad ostacoli per il Conte-ter

il premier si dimostra aperto verso “tutti coloro che ci stanno”, con l’intenzione di far sì che “l’Italia rialzi la testa al di là di chi la guiderà”


ITALIA – Si aprono oggi le consultazioni al Quirinale e avranno la durata di tre giorni. Dopo le dimissioni di Giuseppe Conte, sono state avviate per verificare se esiste una maggioranza solida che possa ripristinare un governo coeso, con un programma condiviso e a nome di un premier. È il tentativo del primo ministro uscente di non rassegnarsi ai numeri e i suoi pontieri lavorano perché si materializzi in tempo un nuovo gruppo che dia legittimità politica al tentativo di un incarico “ter”.

Nel pomeriggio saliranno al Colle i presidenti di Senato e Camera, Maria Elisabetta Casellati e Roberto Fico, insieme al presidente della repubblica Sergio Mattarella. Domani e venerdì sarà invece il turno dei partiti. Se Pd, M5S e Leu appoggiano il Conte-ter, il centrodestra spinge per il ritorno alle urne, mentre Italia Viva chiede prima un programma.

In una prospettiva di legislatura il premier si dimostra aperto verso “tutti coloro che ci stanno”, con l’intenzione di far sì che “l’Italia rialzi la testa al di là di chi la guiderà” e di mostrare un progetto politico dagli orizzonti più larghi, una prospettiva concreta . Prova quindi a rimettere insieme e a motivare una maggioranza che in Consiglio dei Ministri e nelle segreterie dei partiti si mostra ancora compatta ma che in Parlamento tentenna sul nome del Presidente del Consiglio.

Intanto si è costituito ieri il nuovo gruppo parlamentare “Europeisti Maie Centro Democratico”. Lo ha comunicato in apertura di seduta la presidente del Senato Elisabetta Casellati. I componenti del neo gruppo nato a palazzo Madama sono: Andrea Buccarella, Adriano Cairo, Andrea Causin, Saverio De Bonis, Gregorio De Falco, Raffaele Fantetti, Gianni Marilotti, Riccardo Merlo, Mariarosaria Rossi e Tatjana Rojc.