Debora muore a 17 anni in un incidente: quel video postato su Tik-tok 1 ora prima dello schianto

Debora muore a 17 anni in un incidente: quel video postato su Tik-tok 1 ora prima dello schianto

Serena, felice di passare del tempo con sua sorella: è così che appare nelle immagini postate sul profilo. Ma non sapeva quello che le avrebbe riservato il destino


AVELLINO – E’ una vera e propria tragedia quella che si è consumata ieri ad Avellino: gli incidenti d’auto in cui si verificano vittime lo sono sempre, tragedie, ma lo sono ancor di più quando a morire è un’anima troppo giovane, che ancora non aveva assaporato davvero la vita prima di lasciare questo mondo. L’episodio risale al pomeriggio, intorno alle 18, quando Debora Prisco, 17 anni, che si trovava in una Smart alla cui guida c’era la sorella più grande, Annabella Prisco, conosciuta per aver partecipato a Uomini e Donne, è stata sbalzata fuori dall’abitacolo a seguito dell’impatto del veicolo con una Fiat 500 L. Lo schianto è avvenuto in via Due Principati, all’incrocio con via Di Vittorio. L’ambulanza è giunta sul posto ma per la giovanissima non c’è stato nulla da fare se non secretare il decesso.

La cosa che lascia ancor più sgomenti, tuttavia, è che solo 1 ora prima del dramma la stessa giovane pubblicava tranquillamente video su Tik-tok, in cui si ritrae ballando felicemente con la sorella, prima del momento che avrebbe cambiato per sempre le loro vite. “Siamo dal parrucchiere”, aveva fatto sapere Debora ai suoi followers di Instagram poco dopo pranzo, ritraendosi serena in una salone per fare tutto ciò che è solita fare una ragazzina della sua età: divertirsi con sua sorella, andare a farsi bella per piacersi un po’ di più. Ma adesso non potrà più farlo.

Sono stati oltre 200 i commenti da parte di amici e conoscenti, ma anche semplici seguaci, sotto al video postato sul social poco prima di morire: “Riposa in pace angelo”; oppure “I brividi, non ci posso credere”, o ancora “Sto ancora piangendo, non ci posso credere”. Si attendono ulteriori riscontri da parte delle forze dell’ordine per capire la precisa dinamica dei fatti.