Giugliano, ultim’ora: segnalata enorme colonna di fumo nero nei pressi del campo Rom

Giugliano, ultim’ora: segnalata enorme colonna di fumo nero nei pressi del campo Rom

“La gente costretta a respirare diossina e veleni dei roghi tossici, non ne possiamo più”


GIUGLIANO – Il fatto risale a poco fa, precisamente intorno alle 13:45 di oggi, sabato 30 gennaio. A Giugliano, nella zona ASI (nei pressi campo Rom zona Ponte Riccio), è stata segnalata un’enorme colonna di fumo nero. Ancora un rogo tossico, dunque, dopo numerose segnalazioni che purtroppo danno l’episodio come ricorrente. Come un’assurda azione quotidiana compiuta se non tutti i giorni in quell’area, quasi.
“Non si capisce perché e per quale motivo, la gente deve essere costretta a respirare diossina e veleni dei roghi tossici. L’ultimo grandissimo disastro ambientale di settembre scorso 2020 proprio in quel campo Rom, dove andarono a fuoco montagne e tonnellate di rifiuti tossici e speciali di tutti i tipi, ci vollero 3/4 giorni per spegnere il mega rogo tossico. Per due settimane non si potè respirare a causa della puzza acre e acida che ristagnò nell’aria. Faremo la fine dell’estate scorsa?”, è stato questo il post pubblicato da Terra Nostrum su Facebook, a denuncia dell’ennesima violenza nei confronti di un ambiente già martoriato da inquinamento e tossicità.