I cantieri per costruire la scuola a Somma Vesuviana stanno per partire

I cantieri per costruire la scuola a Somma Vesuviana stanno per partire

L’edilizia scolastica di Somma Vesuviana si rinnova con un nuovo edificio scolastico


Ha vinto il finanziamento regionale per la costruzione di una nuova scuola a Santa Maria del Pozzo, l’Amministrazione di Somma Vesuviana. Ora gli edifici scolastici del suddetto Comune potranno avere un nuovo aspetto, migliorati e adeguati ai tempi correnti. 

 

Somma Vesuviana, un comune di 35mila abitanti in provincia di Napoli, ha ottenuto un finanziamento regionale di 5 milioni di euro. Il più ingente dell’intera regione. Il progetto “Ristrutturazione edilizia dell’edificio scolastico II circolo didattico ex Bertona di via Santa Maria del Pozzo” consiste nella demolizione e ricostruzione della scuola primaria e dell’infanzia, e inoltre verrà ristrutturato il complesso di scuole elementari Primo Circolo Didattico “Arfè” di Via Roma con una spesa di € 2.200.000,00, i cui lavori partiranno a Marzo. 

 

Gli edifici verranno riqualificati nell’ottica dell’adeguamento sismico, riconfigurazione energetica e della sicurezza. Matteo Pascal, del sito utileinCASA, ha dichiarato: “Servono interventi di ingegneria strutturale ma anche di adeguamento degli impianti di riscaldamento centralizzato in tanti edifici, tanto da dover ricorrere a stufe di fortuna in certi casi. Vanno revisionati gli impianti energetici, l’illuminazione da adeguare alle norme di efficienza energetica ecosostenibile. Il lavoro è lungo e vasto”. 

 

Il 41% delle Scuole italiane si trova in zona sismica 1 e 2, si tratta di più di 15 mila edifici secondo l’ultimo rapporto di Legambiente. Il Governo, in occasione della crisi covid che ha determinato un adeguamento delle strutture scolastiche alle norme antivirus, ha stanziato nel decreto Rilancio 30 milioni di euro per mettere in sicurezza le scuole della Penisola, più altri 320 milioni per la programmazione del prossimo triennio. 

 

Nel rapporto sulla sicurezza degli edifici scolastici si legge:Complessivamente il patrimonio edilizio scolastico risulta di bassa qualità, con carenze significative di vario tipo, dalla messa in sicurezza antisismica, all’acquisizione del certificato di idoneità statica, di agibilità e di prevenzione incendi come previsto dalla normativa”.

 

Il finanziamento ottenuto da Somma Vesuviana è importantissimo per sanare le fragilità di questo patrimonio edilizio, considerando anche il fatto che il comune risulta in zona sismica 2 e si sono verificati terremoti di scarsa magnitudo anche nel 2020.

 

Inizia però un’epoca totalmente nuova per le scuole di Somma Vesuviana, che andrà oltre l’emergenza covid. Lavori e progetti per decine di milioni di euro, solo ed esclusivamente per le scuole”.

 

Questo è quanto ha dichiarato l’assessore comunale all’edilizia scolastica Salvatore Esposito. Gli interventi effettueranno controlli su soffitti e controsolai, preceduti da indagini e rilevazioni per stabilire il modo più efficiente di procedere. Il finanziamento ottenuto darà la possibilità alle scuole comunali di poter essere messe in totale sicurezza, vivendo finalmente la vita scolastica, senza il timore di crolli strutturali e cedimenti.

 

Inoltre questo tipo di  opere pubbliche rappresenta uno dei più importanti occasioni di sostegno dell’economia locale, offrendo lavoro agli addetti del settore edile che già soffrivano di una forte crisi prima dello scoppio della pandemia.