Imbrattato il Mausoleo di Posillipo, 7 nei guai: due di questi hanno precedenti

Imbrattato il Mausoleo di Posillipo, 7 nei guai: due di questi hanno precedenti

I colpevoli sarebbero ultras del Napoli. “Certi soggetti vanno allo Stadio a urlare che difendono la città e poi la imbrattano in modo vergognoso”, dice un consigliere regionale


NAPOLI – Ieri sera gli agenti del Commissariato Posillipo, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in piazza Salvatore di Giacomo per una segnalazione di alcune persone intente ad imbrattare il  muro perimetrale del sacrario militare “Mausoleo di Posillipo”.
Giunti sul posto, i poliziotti hanno visto sulla parete una scritta di colore blu riconducibile ad un noto gruppo di tifosi ultras e sette uomini che stavano spruzzando della vernice spray sul muro, i quali, alla vista degli operatori, hanno tentato di allontanarsi ma sono stati immediatamente bloccati.

I sette, napoletani tra i 21 e i 46 anni di cui due con precedenti di polizia, sono stati denunciati per deturpamento e imbrattamento di cose di interesse storico.

IL COMUNICATO DI BORRELLI

Nella serata del 13 gennaio gli agenti del commissariato Posillipo hanno sorpreso 7 ultras ad imbrattare il muro del Mausoleo di Posillipo, di piazza Salvatore di Giacomo, con una scritta utilizzando uno spray.

Le 7 persone, napoletani tra i 21 e i 46 anni, di cui due con precedenti, sono state denunciate per deturpamento e imbrattamento di cose di interesse storico.

“Da quando è cominciata la pandemia richiediamo controlli in questa piazza che è diventata luogo di assembramento per i ragazzi. Le forze dell’ordine ci hanno dato ascolto, infatti l’area è sorvegliata in maniera continuativa ed è proprio grazie a questi controlli da noi richiesti che gli ultras sono stati colti in flagrante, non sono infatti neanche  riusciti a completare la scritta. Ci complimentiamo con le forze dell’ordine per il buon lavoro svolto e che stanno continuando a svolgere. Certi soggetti vanno allo Stadio a urlare che difendono la città e poi la imbrattano in modo vergognoso.

Resta, però, il problema dei disordini della piazza, così come nelle altre aree di ritrovo dei giovani, per cui continuiamo a chiedere maggiori controlli e più severità.”- hanno dichiarato Il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e quello municipale  Gianni Caselli che nella giornata del 14 gennaio hanno effettuato un sopralluogo per verificare lo stato del muro del Mausoleo.