Italia prima in Europa coi vaccini, Conte annuncia: “Un milione di italiani lo hanno ricevuto”

Italia prima in Europa coi vaccini, Conte annuncia: “Un milione di italiani lo hanno ricevuto”

Il Premier: “Un sentito ringraziamento ai cittadini e al nostro SSN per la risposta straordinaria”


ITALIA – “Un milione di italiani ha ricevuto il vaccino anti #covid19. Un sentito ringraziamento ai cittadini e al nostro Servizio sanitario nazionale per la risposta straordinaria.

L’Italia è prima in Ue per numero di persone vaccinate. Un dato incoraggiante. Andiamo avanti così mantenendo sempre alta la guardia”. Lo scrive sui social il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

 

Il primo milione di cittadini italiani è stato vaccinato. È un risultato del quale andare orgogliosi: siamo il primo Paese in Europa”, “non potevamo augurarci un inizio migliore, ma dobbiamo ricordare che è solo il primo passo di un lungo percorso che durerà ancora molto tempo e che ci porterà ad uscire da questa emergenza”. È quanto afferma il Commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri. “Questo grazie al prezioso impegno e alla dedizione delle donne e degli uomini del Servizio sanitario nazionale, alla determinazione di tutte le Regioni e Province autonome del nostro Paese con le quali lo staff della Struttura del Commissario Straordinario ha lavorato con grande professionalità e passione in queste settimane”, ha ancora affermato Arcuri.

Nel frattempo sono in esaurimento in diverse regioni le dosi a disposizione dei vari ospedali per le prime somministrazioni del vaccino Pfizer e, per i richiami già programmati, attualmente si utilizza la riserva del 30%. E’ quanto si apprende dalle strutture nei vari territori. Intanto la Pfizer ha confermato che le consegne di vaccini rallenteranno a fine gennaio-inizio febbraio in Europa, il tempo necessario per modificare il processo di produzione e aumentare il ritmo le settimane successive. “Pfizer sta lavorando duramente per fornire più dosi di quanto inizialmente previsto con un nuovo obiettivo dichiarato di 2 miliardi di dosi nel 2021”, ha giustificato il gruppo in un messaggio inviato all’Afp.

FONTE ANSA