Joseph Capriati accoltellato, arriva la decisione del gip: esce dal carcere il padre

Joseph Capriati accoltellato, arriva la decisione del gip: esce dal carcere il padre

Rimane comunque l’accusa di tentato omicidio


CASERTA – Risaliva a 2 giorni fa la notizia di una zuffa avvenuta nell’ambiente familiare di Joseph Capriati, noto dj 33enne, che sarebbe iniziata tra i due fratelli durante una cena di famiglia. Il padre di Joseph, vedendo i due afferrarsi, avrebbe tentato di dividerli ma qui la furia di Joseph sarebbe aumentata ed in preda ad un raptus di follia, avrebbe colpito il padre con dei pugni al volto ed il fratello con un portavasiPietro Capriati, vedendo quanto stava accadendo, avrebbe impugnato un coltello ed avrebbe colpito il proprio figlio con un fendente al torace.

Ebbene a distanza di poco più di 48 ore è arrivata la svolta in quest’intricata vicenda: il padre era stato posto in carcere da sabato in attesa di convalida del fermo, ma il gip Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, all’esito dell’udienza di convalida, ha deciso di non concedere la succitata convalida.

Il padre di Capriati, che era assistito dall’avvocato Giuseppe Foglia, ha dato infatti spiegazioni sulla lite, rispondendo alle domande e chiarendo parzialmente la propria posizione. Tali spiegazioni sono state accolte dal giudice che ha disposto una misura cautelare meno afflittiva, ossia quella dei domiciliari fuori regione. Al momento, l’accusa resta quella iniziale cioè di tentato omicidio.