Lutto a Qualiano per la morte di Sonny: cadavere trovato nei pressi della sua abitazione

Lutto a Qualiano per la morte di Sonny: cadavere trovato nei pressi della sua abitazione

Il 32enne ricordato come una persona buona e sempre sorridente: il ricordo anche da parti di alcuni consiglieri comunali


QUALIANO – Lutto a Qualiano per la morte di Darshan, 32enne di origini indiane, conosciuto da tutti come Sonny: l’uomo, 32enne, è stato ritrovato senza vita questa mattina in strada. Il decesso è avvenuto a pochi passi dal comune e dall’abitazione in cui risiedeva con al moglie, sita nei pressi del centro analisi Granata, in via Municipio. Viene ricordato come una persona buona e sempre sorridente, che ha fatto tanti sacrifici sin da quando era piccolo, lasciando la sua famiglia e cercando fortuna in Italia dove si era perfettamente integrato. Lavorava come barman ad Auchan.

Diversi i messaggi di cordoglio apparsi in sua memoria. Tra questi, il ricordo anche di Vittorio Di Procolo, consigliere comunale che scrive:

“Lo conobbi tanti anni fa in palestra. Un ragazzo perbene, amava lo sport, lavoratore e regolarmente integrato nella società. Da consigliere comunale invito l’amministrazione Raffaele de Leonardis – Sindaco di Qualiano di seguire il caso e di occuparsi di tutte le spese per i funerali e di garantirgli, salvo diversa disposizione di eventuali familiari, un riposo nel cimitero di Qualiano. Sonny era un ragazzo della nostra comunità. Che la terra ti sia lieve ragazzo”.

A questo, ha risposto il consigliere comunale Luigi Basile: “Sentito il sindaco da stamattina segue le operazioni insieme con i carabinieri, la salma è stata rimossa come da ordinanza prefettizia a spese del comune. È stato contattata la famiglia in quanto risiede regolarmente a Qualiano, e se c’è bisogno di fare altro l’amministrazione non si tira indietro”.

Sonny lavorava presso un noto bar sito all’interno del parco commerciale Auchan. Era regolare sul territorio italiano. Inizialmente si ipotizzava che la morte fosse avvenuta in circostanze violente: l’uomo, infatti, aveva una ferita alla testa. Invece è stato vittima di un malore, probabilmente un infarto. Cadendo al suolo ha poi battuto la testa su una fioriera, ferendosi al capo. Da accertare se il malore avesse portato già al decesso o se sia sopraggiunto dopo il ferimento.

Conducono le indagini i carabinieri della locale stazione, guidati dal comandante Pasquale Bilancio.l, che hanno anche acquisito me immagini di sorveglianza di alcuni esercizi commerciali presenti in via Municipio.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK