Lutto nella Guardia di Finanza, maresciallo muore a 48 anni: aveva contratto il Covid

Lutto nella Guardia di Finanza, maresciallo muore a 48 anni: aveva contratto il Covid

A dare la notizia della sua tragica scomparsa i familiari, l’uomo lascia moglie e 3 figli


ROMA – Lutto nella Guardia di Finanza per la morte di Francesco Cozzolino, maresciallo aiutante mare in servizio presso il Comando Regionale Lazio morto per Covid. A dare la notizia della sua tragica scomparsa i familiari.

La notizia è stata diffusa dalle Fiamme Gialle attraverso i propri canali ufficiali, con un post pubblicato sui social network. Francesco è deceduto ieri mattina, lunedì 18 gennaio, aveva 48 anni. Era ricoverato al Policlinico Agostino Gemelli di Roma, dopo aver combattuto tra la vita e la morte. Il maresciallo ha contratto il virus manifestandone i sintomi, le sue condizioni di salute si sono poi progressivamente aggravate fino al decesso. Il 48enne  lascia sua moglie Silvana e tre figli. Tanti i messaggi di cordoglio, che lo ricordano come una persona amabile e un militare profondamente dedito al suo lavoro.

IL MESSAGGIO DI CORDOGLIO DELLA GUARDIA DI FINANZA

Il Comandante Generale della Guardia di Finanza Giuseppe Zafarana e tutte le Fiamme Gialle d’Italia “piangono la scomparsa del Maresciallo Francesco Cozzolino – si legge in una nota – Un’altra triste perdita, un’altra vita prematuramente spezzata da questo nemico invisibile, capace di insinuarsi subdolamente nel cuore delle famiglie, stravolgendone la serenità. Francesco ci lascia a soli 48 anni e si va ad aggiungere agli altri colleghi strappati dal virus, negli ultimi mesi, agli affetti dei propri cari. Al compianto Maresciallo Cozzolino va la profonda riconoscenza del Corpo per il lavoro svolto, con dedizione e passione, da fedele e leale servitore dello Stato”.