Maxi rissa in strada, 100 minori armati di mazze e catene: 14enne ferito alla testa

Maxi rissa in strada, 100 minori armati di mazze e catene: 14enne ferito alla testa

L’aggressione era stata pianificata attraverso le chat Whatsapp


MILANESE – Maxi rissa in strada, 100 minori armati di mazze e catene: 14enne ferito alla testa

Il terribile episodio ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri a Varese, nel milanese. Circa cento ragazzi, tutti minorenni, si sono dati appuntamento attraverso i social e le chat Whatsapp nel salotto buono di Gallarate. Qui, in pieno giorno, il gruppo di minori ha dato inizio ad una maxi rissa che ha tenuto impegnato per tutto il pomeriggio le forze dell’ordine.

Intorno alle 16.30, infatti, i giovanissimi si sono fronteggiati armati di catene e mazze. Subito i passanti e i commercianti che gestiscono negozi in zona, spaventati da quanto stavano assistendo, hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Infatti, solo l’arrivo di diverse pattuglie della Polizia ha messo fine alla maxi, durante la quale è rimasto ferito anche un giovane.

La vittima, un 14enne, ha riportato una ferita alla testa probabilmente causata da una bottigliata alla nuca. Fortunatamente, però, il giovane non sarebbe in gravi condizioni.

Gli agenti, in queste ore, stanno conducendo le indagini per risalire ai responsabili mediante anche il sequestro di alcune mazze usate nell’azzuffata. Sotto analisi diversi video pubblicati sui social che immortalano le scene di violenza e quelli delle telecamere di videosorveglianza situate nella zona.

Sull’accaduto si è espresso anche il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani che si è mostrato contrariato a quanto accaduto: “E’ difficile capire come sia potuta accadere una cosa del genere”.

“E’ difficile capire come sia possibile — ha spiegato — che centinaia di ragazzi si siano dati appuntamento per un pestaggio di gruppo. Deve farci riflettere tutti sull’educazione dei nostri figli. Credo sia un allarme, forse una situazione dovuta alla mancata socialità e alla mancanza di attività sportiva. Un’aggressività spaventosa”.

IL VIDEO DELLA RISSA