Napoli, assolto ex senatore Dell’Utri: fu accusato di essere coinvolto nel sacco dei Girolamini

Napoli, assolto ex senatore Dell’Utri: fu accusato di essere coinvolto nel sacco dei Girolamini

Gli inquirenti partenopei avevano chiesto nei suoi confronti la condanna a sette anni di reclusione


Il senatore del Pdl Marcello dell'Utri, oggi 27 luglio 2010 all'uscita del Tribunale di Roma, dove si e' avvalso della facolta' di non rispondere ai magistrati romani che lo hanno messo sotto inchiesta nell'ambito della vicenda della cosiddetta P3. ANSA / DANILO SCHIAVELLA - CLAUDIO PERI

NAPOLI – La prima sezione penale del Tribunale di Napoli (con presidente Pellecchia) ha assolto – con la formula ‘il fatto non sussiste’ – l’ex senatore e cofondatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri, accusato di concorso in peculato in relazione all’appropriazione di 13 volumi trafugati dalla Biblioteca dei Girolamini di Napoli, libri consegnati all’imputato dall’ex direttore della biblioteca Massimo Marino De Caro. Gli inquirenti partenopei avevano chiesto la condanna a sette anni di reclusione per Dell’Utri.

L’ex senatore era stato accusato di essere coinvolto nel sequestro di migliaia di libri antichi, il che aveva causato all’uomo un profondo senso di malessere e detenzione, anche dopo la carcerazione per associazione mafiosa. «Quando ero detenuto a Parma mi sono stati sequestrati 40mila volumi. Sono stato male per questa cosa, ho dovuto mettere tre stent, perché mi ha fatto più danno questo della stessa carcerazione», aveva affermato qualche tempo fa.