Napoli, presunto invalido urla e minaccia il personale del 118 durante un intervento

Napoli, presunto invalido urla e minaccia il personale del 118 durante un intervento

I sanitari, impegnati in una delicata operazione salvavita, raccontano “Dal modo in cui si dimenava e urlava e dall’assenza di apposito tagliando sul cruscotto tutto sembrava fuorché invalido”


NAPOLI – Invalido, o presunto tale, disturba le operazioni di un’ambulanza del 118 a Napoli, in via Teresella degli Spagnoli. E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi. Questo è quanto riportato dalla pagina Facebook, gestita da operatori sanitari campani, “Nessuno Tocchi Ippocrate”:

“La postazione 118 del Chiatamone viene allertata per perdita di coscienza, codice Rosso, in Via Teresella degli Spagnoli. L’equipaggio sale al domicilio della paziente ed effettua le manovre terapeutiche salvavita
Intanto l’ambulanza viene lasciata giù al palazzo, occupando il vicolo, in attesa di trasportare la signora.

Il personale, mentre assiste la persona, sente un clacson e delle urla provenienti dalla strada: un uomo, definendosi invalido, aveva necessità di rientrare a casa e l’ambulanza gli avrebbe intralciato la strada.

Il team stabilizza la paziente e scende in strada per fare rientro in postazione, ma all’uscita del portone viene investita da una serie di minacce e improperi da parte di suddetto ìinvalido’. Dal modo in cui si dimenava e urlava e dall’assenza di apposito tagliando sul cruscotto tutto sembrava fuorché invalido”.