Rapina al rider, ecco chi sono i giovani balordi: tra loro il figlio di un Ras

Rapina al rider, ecco chi sono i giovani balordi: tra loro il figlio di un Ras

I criminali, nelle ore precedenti, avevano già rubato uno scooter al bordo del quale hanno commesso il furto ai danni del 50enne


NAPOLI – Figli di Ras, appartenenti in modo diretto o indiretto alla camorra, cresciuti tra Rione dei fiori e Case Celesti, questi sono i balordi che hanno malmenato e rapinato il rider Gianni Lanciato di 50 anni a Capodichino.  Alcuni di loro sono cresciuti in rioni dove è ancora forte l’impronta criminale dell’impero criminale che fu di Paolo Di Lauro.

Gli unici maggiorenni, giovanissimi di 20 anni, Vincenzo Zimbetti e Michele Spinelli, sono in stato di fermo, stessa sorte toccata agli altri tre giovanissimi, tutti minorenni: L.M, G.R., R.M. e L.V.

Alcuni hanno parentele con ras e gregari del clan Di Lauro, gente cresciuta nel mito del ‘milionario’ e dei loro figli. Spinelli è il figlio del ras Pasquale ‘Sciacchennella’, uomo che scampò alla morte nel lontano 2012 in seguito ad un agguato di camorra. Proprio vicino alla loro residenza è stato ritrovato dalla Polizia lo scooter rubato.

Secondo quanto emerso dalla indagini lampo condotte dalla Squadra Mobile e dagli uomini della Squadra Investigativa del Commissariato di Secondigliano, il gruppo è entrato in azione in sella a due ciclomotori, uno con la targa fasulla e l’altro rubato nelle ore precedenti, armati di una pistola e di un coltello.