Rider aggredito a Napoli, la banda aveva fatto un’altra rapina un’ora prima

Rider aggredito a Napoli, la banda aveva fatto un’altra rapina un’ora prima

La banda era recidiva. Un’altro colpo poche ore prima


NAPOLI – Hanno consumato una rapina un’ora prima di aggredire e picchiare quel rider. Avevano portato via uno scooter, poi usato come ariete per depredare un lavoratore precario del delivery, trascinandolo a terra fino a strappargli la moto. Hanno avuto decisamente mano libera, quella notte. Prima un colpo, poi un altro, come riporta Il Mattino.

Due scooter, due azioni predatorie, roba buona da inserire nel mercato della ricettazione e dare inizio in modo dignitoso – almeno dal loro punto di vista – il nuovo anno. È questo uno dei particolari che emergono dall’informativa che sta alla base degli arresti del branco che ha agito in via Calata Capodichino, quei sei soggetti (quattro minori e due ventenni), che hanno riempito di botte un uomo di cinquanta anni, che trasportava pizze e cornetti da un punto all’altro della notte napoletana.