Scuola in presenza da domani alle elementari: il “no” di due sindaci nel napoletano

Scuola in presenza da domani alle elementari: il “no” di due sindaci nel napoletano

Il Tar ha preso la decisione per le quarte e le quinte ma, commenta uno dei primi cittadini in questione “non ci sono le condizioni necessarie”


CARDITO/CAIVANO/FRATTAMAGGIORE – Il Tar della Campania ha deciso: rientro a scuola in presenza anche per le quarte e quinte elementari già a partire da domani. Due Sindaci del Napoletano, però, non sono d’accordo e comunicano che il rientro, nei loro comuni, avverrà lunedì 25 e non, come disposto dal Tribunale Amministrativo Regionale, nella giornata di domani. LE città in questione sono Caivano e Cardito. Il Sindaco di Caivano, Enzo Falco, ha reso noto quanto segue, sulla sua pagina Facebook:

“Il Tar della Campania ha stabilito l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola Primaria. Quindi si dovrebbero aggiungere anche la quarta e la quinta, a partire già da domani 21 gennaio 2021. Non ritengo ci siano le condizioni di decidere ‘oggi per domani’, per cui sto preparando una ordinanza per differire l’entrata di quarta e quinta elementare a lunedì 25 gennaio p.v.”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo. Si allinea alla decisione del Tar, invece, il sindaco di Frattamaggiore, Marco Antonio Del Prete.

LEGGI ANCHE:

Campania, il TAR decide e De Luca si adegua: domani tornano in classe le elementari