Terrore ad Afragola, pistola in faccia a giovanissimo: rubato borsello coi soldi

Terrore ad Afragola, pistola in faccia a giovanissimo: rubato borsello coi soldi

Il ragazzo: “Non mi interessano minimamente i soldi ma ci tengo tantissimo per il borsello. E’ solo per quello che sono arrabbiato perchè era di mia mamma che non c’è più”


AFRAGOLA – Attimi di terrore nella serata di ieri per un giovane di Afragola che si è visto puntare una pistola in pieno volto da un delinquente che gli ha rubato tutti i soldi. I fatti si sono consumati mentre il giovane percorreva la strada per arrivare a casa della sua fidanzata.

LA VICENDA

Mentre il giovane si incammina verso l’abitazione della ragazza, si accorge che qualcosa non va, qualcuno lo sta seguendo. Capita la situazione, il ragazzo cammina velocemente e si intrufola all’interno di un vicolo in attesa che il balordo desistesse dalle sue cattive intenzioni. Dopo circa 15 minuti, Vincenzo prova ad uscire dal luogo in cui si era nascosto e si incammina di nuovo verso casa dell’amata. Il balordo però stava aspettando proprio lui, infatti se lo ritrova di fronte.
Il malvivente ha immediatamente estratto una pistola e puntata al volto del ragazzo, ha preteso denaro e telefono. Il giovane, per evitare ad inutili e pericolosi rischi, ha consegnato il suo borsello contenente la somma di 120 euro. Subito dopo il ragazzo si è recato dalle forze dell’ordine per una denuncia.
“Non mi interessano minimamente i soldi ma ci tengo tantissimo per il borsello. E’ solo per quello che sono arrabbiato perchè era di mia mamma che non c’è più! Che vergogna, tutto questo fa schifo, sono disgustato!” – queste le parole di Vincenzo rilasciate alla nostra Redazione.