Tragedia in Campania: trovato morto Lino, noto ex fotografo. Ipotesi gesto estremo

Tragedia in Campania: trovato morto Lino, noto ex fotografo. Ipotesi gesto estremo

L’uomo aveva 46 anni, era fratello dei titolari di un noto bar. Separato, lascia un figlio piccolo


RECALE (CE) – Lutto a Recale, in provincia di Caserta, per la scomparsa di un noto ex fotografo, Lino Anemola. L’uomo è stato trovato morto, intorno alle 13, all’interno di un appartamento. Anemola, che aveva 46 anni, era padre di un figlio ed era separato, aveva svolto per anni l’attività di fotografo con studio a Capodrise, prima di diventare capoarea di un’azienda che si occupa di antifurti nebbiogeni per attività commerciali.

Questo lavoro, Lino lo aveva sempre svolto con grande entusiasmo, girando  l’intera provincia casertana. La madre e la compagna, giunte sul luogo del ritrovamento del cadavere, si sono sentite male per lo choc.  Lino Anemola era  fratello dei titolari del bar Bella Vita, in via Rom, a Recale ed abitava proprio nello stabile in cui è situato questo bar molto conosciuto.

Sul luogo del ritrovamento sono state trovate una scala ed una corda. E’ probabile, quindi, che Anemola si sia tolto la vita, impiccandosi. La macabra scoperta da parte di uno dei fratelli. Indagano le forze dell’ordine.

Numerosi i messaggi di cordoglio sui social.

“Ciao Lino Anemola – scrive Michele su Facebook –  mi volevi bene come un figlio, mi venivi a prendere per il nostro caffè non riesco ancora a credere in questa bruttissima notizia… impara agli angeli ad usare il flash e veglia su tuo figlio mi hai spezzato il cuore”.